Programma per tempo il tuo futuro nella musica!

www.studiaremusica.com

Programma per tempo il tuo futuro nella musica!

2 gennaio 2018 Didattica News 0

Il percorso di studi musicali

Il percorso formativo didattico di un musicista è complesso e straordinario e dura diversi anni. Possiamo tranquillamente affermare che la formazione è costante ed a vita e questo, che inizialmente può sembrare un ostacolo si rivela ben presto fonte di felicità e di conquiste che elevano lo spirito, formano una coscienza civica fatta di inclusione e professionalizzano sempre più i nostri giovani.

Con le nuove leggi, finalmente più vicine a concetti di formazione europea lo studio di una disciplina così complessa come la musica prevede differenti modalità.

 

Fino a 6 anni

Il percorso iniziale è quello di un approccio con i vari metodi propedeutici che orientano il bambino fino ai 6 anni tra gioco e formazione. In questa fase, prevista anche in molte scuole dell’infanzia è necessario che i professionisti che si occupano della formazione siano quanto più preparati possibili in materie musicali ovviamente ma anche avere conoscenze documentate con percorsi AFAM/MIUR di pedagogia, psicologia dell’età evolutiva, metodologie didattiche e psicologia della musica.

 

Fino a 10 anni

La fase di studi musicali parallela alla scuola primaria è molto complessa ed orientata già dopo qualche anno, allo studio di uno strumento (che il bambino sceglie). Lo studio non deve diventare una “costrizione” dove c’è dolore non vi è alcun apprendimento. Lasciare quindi che il bambino sia libero anche di cambiare strumento nel suo percorso formativo. Ciò rafforza la costruzione di una identità e lo renderà più sicuro.

 

Fino ai 13 anni

Nel nuovo ordinamento scolastico sono state introdotte le scuole medie ad indirizzo musicale. Esse permettono lo studio di uno strumento musicale per il triennio. In questi tra anni i giovani possono decidere se orientarsi verso i licei musicali o altri percorsi. È infatti possibile frequentare i corsi preaccademici anche presso i conservatori se si sceglie una scuola superiore che non abbia percorsi musicali.

 

Fino ai 18 anni

Con l’introduzione dei Licei musicali l’Italia ha permesso la creazione di nuove figure professionali musicali. Il gap, almeno sulla carta, con gli altri paesi del mondo, si va riducendo. Tecnologie musicali, Teoria e Armonia, Storia della Musica, insieme allo studio di due strumenti musicali, uno principale e uno complementare, possono contribuire alla formazione concreta dei giovani musicisti.

 

Oltre i 18 anni

Dopo il diploma di qualsiasi scuola superiore è possibile accedere ai corsi di laurea nei conservatori (ma in casi di elevate capacità la legge prevede la possibilità di iscriversi anche prima, purché si abbia il diploma delle superiori prima della discussione della tesi).

Esistono due corsi di laurea:

Con le nuove leggi europee sono stati introdotti i CFU ovvero i crediti formativi universitari ed il piano di studi può essere personalizzato costruendolo con una modalità progettuale semplice e funzionale.

Laurea Triennale (Il termine corretto è Diploma accademico di Primo Livello) 180 crediti.

Alla laurea triennale si accede dopo le superiori, e dopo aver superato un test di ammissione. Essa ha durata triennale (1/11 – 31/10 di ogni anno) e si tengono esami e idoneità per 60 crediti annui.

Laurea Specialistica (Il termine corretto è Diploma accademico di Secondo Livello) 120 crediti.

Alla laurea specialistica si accede dopo aver conseguito una laurea triennale. È possibile con le nuove leggi, scegliere dopo la triennale qualsiasi altra facoltà. In tal caso bisognerà superare un ulteriore test di ammissione.
Esse sono equiparate a tutti gli effetti giuridicamente (con validità internazionale) alle Lauree di ogni altra Università riconosciuta.

 

Percorso di 24 CFU

Il percorso di 24 CFU consente di partecipare ai Concorsi come docenti nelle scuole superiori.

Esso è un percorso formativo composto da 24 CFU (6+6+6+6) erogato dalle Università e dai Conservatori. Permette di acquisire ulteriori conoscenze certificati negli ambiti di Psicologia, Pedagogia, Antropologia, Didattica.

Sei crediti devono essere acquisiti in almeno tre di questi ambiti disciplinari:

1) pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione

2) psicologia

3) antropologia

4) metodologie e tecnologie didattiche

 

Master

Dopo aver conseguito la Laurea Triennale è possibile frequentare un Master di I Livello e dopo aver conseguito la laurea specialistica quello di II livello. È possibile accedere a qualsiasi Master, anche non strettamente inerente al settore musicale dopo aver superato un test di ammissione.

Esistono due tipologie di Master

Master di I Livello

Il master di primo livello ha durata solitamente annuale e si rivolge a chi ha già conseguito la laurea triennale. 60 crediti.

Master di II Livello

Solitamente ha una durata di due anni ed è possibile accedervi esclusivamente con la laurea specialistica. 120 crediti.

 

Dottorato

Molte Università e Conservatori europei offrono borse di dottorato di ricerca agli studenti europei con congrui assegni ed agevolazioni. Il dottorato è il più alto livello che si possa raggiungere nella formazione. Ha durata triennale ed apre le porte nel mondo all’insegnamento nelle Università e nella ricerca. Si accede al dottorato con la laurea specialistica (triennale + biennale). Alcune università richiedono anche un Master.
L’italia non brilla per dottorati in musica e spesso la fuga di talenti e di cervelli dal nostro paese, per scellerate scelte politiche, baronie e nepotismi nei conservatori ed università, è dettata da una esigenza reale nella costruzione del proprio futuro.

Dottorati con borsa

Sono i dottorati che prevedono l’erogazione di una borsa di studio e di un assegno annuo. In diversi paesi europei soprattutto in nord Europa essi sono attivi con ottime soluzioni anche per gli alloggi, la logistica e la lingua.

Dottorati senza borsa

Alcune Università offrono dottorati senza borsa, spesso anche fruibili in modalità ibrida (on line ed in sede).

 

L’Associazione Culturale Musicale illimitarte segue i propri associati in tutti i percorsi descritti attraverso consulenza, didattica e concreta organizzazione del percorso formativo.

Noi consigliamo di investire parallelamente e costantemente al percorso musicale anche in un corso reale e riconosciuto di lingua inglese, (anche francese o spagnolo B2 minimo) ed in tutte le certificazioni informatiche internazionali.

 

 

Orari segreteria: dal Lunedì al Venerdì dalle 16:00 alle 20:00

Sede: Associazione Culturale Musicale illimitarte – Via Capitano Pellegrino, 4 – Villaricca (Na)

www.studiaremusica.com info@illimitarte.com